DSC 0257

Regolamento Campionato Italiano Hydrofly

E’ in fase di definizione il REGOLAMENTO per il CAMPIONATO ITALIANO HYDROFLY, ecco un’anticipazione:

REQUISITI DEL RIDER
I Rider sono piloti dotati di tessera conduttore rilasciata da istruttori riconosciuti dalla FIM. Gli istruttori riconosciuti dalla FIM sono gli unici soggetti abilitati al rilascio delle tessere conduttori, mediante le quali è consentito al Rider di partecipare alle manifestazioni a calendario FIM in condizioni di idonea copertura assicurativa.
L’istruttore federale deve essere un pilota di Moto d’Acqua tesserato FIM, in possesso di patente nautica e di comprovata esperienza nell’utilizzo dei componenti c.d. flyboard.
Ogni anno il Consiglio Federale FIM nomina nuovi istruttori federali o conferma quelli in essere.

AREA COMPETIZIONE
La competizione è organizzata in un’area riparata ed idonea per competere in acque calme.
Il campo di gara è costituito da un rettangolo di 50 x 50 metri delimitato da 4  boe.non collegate fra di loro  Il lato di 100 mt. è in parallelo al litorale. L’area è approssimativamente posta a 10 mt dal litorale comunque non con un fondale inferiore a 3 mt. .
Una banchina galleggiante in un’area riparata serve da area di lancio/parcheggio e consente ai concorrenti di dare gas e decollare da entrambi i lati.
Tutte le fasi preparatorie della gara sono seguite e coordinate dal Presidente della Commissione HydroFly della FIM.

PROGRAMMA DI GARA

Round di qualificazione
Tutti i concorrenti hanno diritto ad un round di qualificazione di 1.30 minuti.
L’ordine di esibizione dei Riders  viene scelto in modo casuale dopo la presentazione di tutte le schede d’iscrizione.
Al termine di ogni qualificazione la giuria assegna un punteggio ad ogni concorrente. Dopo ogni round, il punteggio del concorrente viene postato su una tavola digitale a vista dei concorrenti e degli spettatori. Subito dopo l’esibizione di un concorrente, ad ogni concorrente successivo viene concesso un periodo di trenta secondi per il riscaldamento. Questo si applica ad ogni round per aiutare i Riders ad identificare eventuali comportamenti inusuali dell’equipaggiamento in dotazione e ad acclimatarsi alle condizioni del tempo e delle acque.
Il concorrente rimane in posizione low taxi (è definito low taxi il muoversi in acqua a livello di cintura o più basso) finché viene emessa una segnalazione acustica o luminosa proveniente dalla giuria, che indica l’inizio del riscaldamento. In questo momento i Riders  possono esercitarsi a testare le figure e le manovre, per le quali non riceveranno punti. Dopo 30 secondi i giudici fanno due brevi segnalazioni acustiche ed alzano la bandiera verde per indicare l’inizio del round. Durante i Round  , a 30  secondi dalla fine, i giudici fanno una  breve segnalazione  ed alzeranno la bandiera gialla  per indicare che il Riders ha ancora 30 secondi di gara. Al termine del round i giudici faranno una doppia  segnalazione acustica di lunga durata ed alzano una bandiera rossa per indicare che la gara è finita.
A questo punto il Riders deve andare in posizione low taxi ed uscire dall’area di competizione.
In nessun momento gli scarponcini del Riders  una volta usciti dal rettangolo di gara, devono stare sopra la superficie dell’acqua. Se un Riders si eleva fuori dall’area di gara gli verranno decurtati 10 punti. Durante ogni round, ad ogni concorrente che vada fuori dall’area di gara o la cui moto d’acqua esca dall’area di gara gli verranno decurtati 20 punti per ogni infrazione.
Alla fine di ogni round (non dopo la fine del proprio round) il concorrente avrà l’opportunità di vedere i punti di ogni giudice.
Se una moto d’acqua si gira durante la gara del round di qualificazione, il concorrente termina la prova ma non viene squalificato dalla gara. Riceverà il punteggio fino al momento in cui la moto d’acqua si è girata.
Inoltre incorre in una decurtazione  di  10 punti  dal punteggio totale e nell’emissione del cartellino giallo. Due cartellini gialli prima delle finali comportano la squalifica.
Per il round di qualificazione, ogni concorrente  ha totale libertà di esecuzione delle singole figure o dei combo ( combinazione di 2 o piu’ figure in sequenza senza pause)  Nel  caso che il Riders ripeta piu’ volte la stessa figura o combo, verra’ data punteggio ad una sola di esse valutando la migliore dell’esecuzione della figura gia’ eseguita. I punteggi massimi raggiungibili per ogni figura saranno resi pubblici al momento dell’iscrizione dei  Riders  Questo consentirà agli spettatori e agli altri concorrenti di sapere quale sia la valutazione della gara di uno specifico  Riders Non sono consentite modifiche alla lista delle figure una volta che il punteggio di valutazione di base è reso pubblico.

Finali
Ogni concorrente ha a disposizione 3.00 minuti  di gara senza diritto di  riscaldamento i giudici fanno due brevi segnalazioni acustiche ed alzano la bandiera verde per  indicare l’inizio del round   A 30 secondi dalla fine i giudici fanno una breve segnalazione acustica ed alzeranno la bandiera gialla per indicare  che il Riders ha ancora 30 secondi a disposizione Al termine del round i giudici faranno una doppia  segnalazione acustica di lunga durata ed alzano una bandiera rossa per indicare che la gara è finita.
Se una moto d’acqua si gira durante il round , il concorrente viene squalificato dalla gara e  prenderà posto in classifica tenendo conto del punteggio ottenuto fino al  round precedente.
Nella finale non verranno  rilasciati i cartellini gialli.. Se un Riders o la moto esce fuori dall’area di gara durante il round  verranno decurtati 20 punti., se invece si eleva fuori dall’area di gara gli vengono decurtati 10 punti.
I Piloti si esibiscono in ordine discendente dal 4°al 1° sulla base del punteggio ottenuto   Ogni concorrente ha totale libertà di esecuzione delle singole figure o dei combo.