DSC_0320Cos’è Hydro-Fly

L’Hydro-Fly è un’attività acquatica che permette di utilizzare la propulsione prodotta da una moto d’acqua in combinazione con un apparato jet, collegato da un tubo in grado di fornire la pressione necessaria al sostenimento idrodinamico, su cui sono fissate delle scarpette da wake board che, calzate dall’utilizzatore, gli permettono di volare sopra l’acqua ed immergersi esibendosi in figure acrobatiche in condizioni di sicurezza.

Caratteristiche sportive

Si tratta di un’attività non pericolosa, che può essere praticata da persone di età maggiorenne, in grado di avvicinare allo sport sia uomini che donne, peraltro dimostratesi normalmente più predisposte ad ascoltare e mettere in pratica i semplici insegnamenti impartiti dall’istruttore e propedeutici al successivo utilizzo dell’attrezzatura.

E’ uno sport estremamente coinvolgente ed emozionante: bastano infatti semplici doti di equilibrio e tanta voglia di divertirsi per riuscire a mettere in pratica le prime elementari evoluzioni.

DSC_0303Il recente sviluppo

Nel corso del 2015, in collaborazione con la F.I.M (Federazione Italiana Motonautica), l’Hydro-Fly è stata approvata al CONI come nuova disciplina sportiva.

Durante la stagione in corso, in concomitanza con le gare del Campionato Italiano di Moto d’acqua, il team Jet Fly, del quale faccio parte come pilota, si è esibito in dimostrazioni per avvicinare alla nuova pratica un pubblico composto anche da non sportivi e neofiti, senza limiti di età.

Proposte

DSC_0257Visto il successo delle manifestazioni realizzate a corollario della stagione agonistica di moto d’acqua sulle spiagge italiane, che ha contribuito alla indizione del 1° Campionato Italiano di Hydro-Fly nell’anno 2016 patrocinato dalla F.I.M. ed al possibile sviluppo della medesima competizione a livello internazionale attraverso l’U.I.M. (Unione Internazionale Motonautica), è mia intenzione proporre alla Regione Lombardia di sviluppare la pratica sportiva anche sul territorio lombardo, caratterizzato da splendide superfici d’acqua lacustri (e dall’Idroscalo milanese) frequentate durante il periodo da migliaia di bagnanti e turisti.

In tal senso, l’Hydro-Fly non necessita di spazi di grandi dimensioni: le aree di competizione sono infatti organizzate in superfici di 100×50 metri, con una profondità minima di 3 metri.

Mi preme infine sottolineare che, ogniqualvolta una persona si appresti a provare la disciplina, dopo aver appreso i primi rudimenti dall’istruttore, la stessa viene iscritta attraverso il team organizzatore alla Federazione Italiana Motonautica: tale tesseramento  prevede la copertura assicurativa per eventuali infortuni e responsabilità civile verso terzi.

Il Team Jet Fly aquabike a.s.d. di Bergamo è una squadra corse composta da piloti che partecipano ai Campionati Nazionali ed Internazionali di moto d’acqua.